Sign in to the collaboration platform

Not already a member?
More information on signing up here

  • Čeština
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Italiano
  • Polski
  • Español
  • Svenska

Smilegov

  • Click HERE to get an overview of all the Coopenergy tools developed, at your disposal to inspire your work to take on a more multi-level governance approach. Happy browsing!

  • On 3rd December 2015 in Paris, the COOPENERGY partnership presented the results, lessons, and shining examples from the seven partner regions, to an audience of nearly 70 people. Access the event page for audio sequences, PDF presentations and pictures.

  • New Videos

    What is crowdfunding? Visit our videos page to find out and watch more videos on financing energy initiatives!

     

     

  • Partnership work in practice: COOPENERGY partners met in Zlin, Czech Republic, to evaluate the delivery of their energy initiatives in partnership, and share learning.

  • COOPENERGY

    Aims to help regional and local authorities plan sustainable energy activities in partnership.

    Find out more about the project here.

     

     

2. Che cosa si intende per Governance Multi-Livello (GML)?

Wed, 01/10/2014 - 00:00 -- Coopenergy

Al centro di questo concetto, c’è il riconoscimento che l’attuazione di politiche, azioni e strategie, è più efficace quando si lavora insieme. Più semplicemente, GML significa lavorare insieme a diversi livelli decisionali per politiche più attive ed efficienti.

Governanc e Multi-Livello è un termine introdotto nel 2009 dal Comitato Europeo delle Regioni per sottolineare lo scopo della Commissione Europea di “costruire un’Europa unita” e un processo decisionale aperto a tutti.

“Governance Multi-Livello significa azione coordinata dall’Unione Europea, gli Stati Membri e gli enti regionali e locali, per attivare ed implementare politiche comunitarie basate sulla collaborazione.Essa implica la responsabilità condivisa tra i diversi livelli di governo." Comitato delle Regioni, 2009 Carta Bianca

Per saperne di più: Carta Bianca del Comitato Europeo delle Regioni:  http://cor.europa.eu/en/activities/governance/Documents/CoR%27s%20White%20Paper%20on%20Multilevel%20Governance/EN.pdf

2.1 Il ruolo della GML nella pianificazione energetica sostenibile

Con l’adozione del Pacchetto Clima ed Energiada parte della Commissione Europea nel 2008 (che definisce gli obiettivi comunitari di incremento al 20% della quota del consumo di energia da fonti rinnovabili; riduzione delle emissioni dei gas ad effetto serra del 20%; incremento del 20% dell’efficienza energetica, tutto al 2020) gli enti regionali e locali sono divenuti consapevoli di poter contribuire a questi obiettivi attraverso lo sviluppo di strategie locali.

Dal 2008, più di 5,000 enti Regionali e Locali hannofirmato il Patto dei Sindaci e redatto i Piani di Azione per l'Energia Sostenibile (SEAP) mentre altri hanno elaborato politiche energetiche, volontarie e non, o piani energetici.

Il notevole incremento delle iniziative di pianificazione energetica a diversi livelli governativi ha evidenziato il problema della coerenza d’insieme. La GML intende supportare gli enti locali a inserirsi in questo contesto secondo diversi approcci.

Per saperne di più: Il Patto dei Sindaci è la più importante iniziativa europea che riunisce enti regionali e locali al fine di raggiungere e superare gli obiettivi comunitari 20-20-20. Per maggiori informazioni: http://www.covenantofmayors.eu/index_en.html